La vita sott’acqua

A partire dall’obiettivo 14 dell’Agenda 2030, gli allievi di scultura delle professoresse Tavian e Filippi hanno analizzato diverse situazioni di criticità legate all’inquinamento di mari ed oceani e progettato alcune installazioni artistiche che portino attenzione sulle questioni sollevate.

Grazie alla collaborazione con Sm’Art e con il progetto “Park in progress” uno dei progetti dei ragazzi verrà realizzato sull’isola della Certosa a Venezia in collaborazione con Vento di Venezia e con l’artista Marco Zecchinato.

Si tratta di “Oceano – liberazione” un’installazione composta da 3 code di balena realizzate con una struttura portante fatta di bamboo dell’isola, coperte di legni spiaggiati e reti da pesca.